Home
   

 

CANTO DAS AGUAS

Antonio Coatti - conchiglie, percussioni, trombone rinascimentale
Emanuela Di Cretico - flauti dolci
Arianna Lanci - voce

picasion

Un progetto cameristico basato su composizioni originali, rielaborazioni di brani di vari autori contemporanei ed esplorazioni di musiche antiche accomunate da una originale ricerca timbrica e da una intensa atmosfera espressiva, presentato in duo o in trio.

 

<

Arianna Lanci

Nata a Rimini, laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Bologna, si diploma in canto lirico nel settembre 2008 sotto la guida del mezzosoprano Evghenia Dundekova presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro. Frequenta master di canto barocco con Gloria Banditelli e Jill Feldman, e approfondisce lo studio del repertorio con Patrizia Vaccari e Roberta Invernizzi. Prosegue lo studio della vocalità classica con Michael Aspinall e Hagint Vartanian. Scelta come voce solista nel ruolo di Nice, debutta nella Serenata a tre RV 690 di Antonio Vivaldi presso il Teatro Rossini di Pesaro il 2 giugno 2009 sotto la direzione di Alessandro Ciccolini. Di recente formazione il duo con Simone Ravaglia, che debutta il 17 giugno 2009 nello spettacolo ideato e diretto da Cristina Mazzavillani Muti «Voci nella preghiera» nell’ambito del Ravenna Festival 2009. Finalista al Concorso Internazione di Musica Sacra 2009 e al VI Concorso Internazionale di Canto Barocco «F. Provenzale». Collabora con il coro Arcanto di Bologna in occasione della prima esecuzione della cantata Le ceneri di Gramsci su testo di Pier Paolo Pasolini e musica di Giovanna Marini, e con l’ensemble Laboratorio Ottantasette nell’ambito dell’Oratorio Via Crucis composto da Padre Armando Pierucci. Nel febbraio 2008 esegue in prima assoluta presso l’Auditorium Pedrotti di Pesaro Songs of Emily Dickinson per voce, flauto, violino, tromba e due pianoforti», opera composta da Marialuisa Balza. Attualmente collabora con il Coro da Camera di Bologna – diretto dal maestro Pier Paolo Scattolin e specializzato nell’esecuzione di musica rinascimentale, barocca, e contemporanea – con il quale incide nel 2006 la prima esecuzione dell’opera Athlantis di Eyvind Kang per la casa discografica Ipecac Recordings, e nel 2008 il Terzo libro di Madrigali di Camillo Cortellini per la casa discografica Tactus. Si dedica inoltre allo studio della vocalità nell’ambito della musica di tradizione orale, concentrandosi sul repertorio ebraico ashkenazita e sefardita. Da vita nel 2003 al progetto Ananke, con il quale partecipa ad importanti rassegne musicali in Italia, Europa ed Israele, e nel 2005 partecipa alla nascita del quintetto Otyyot, con il quale propone l’esecuzione di brani provenienti dalle diverse culture popolari del bacino del Mediterraneo.

make an animated gif

Emanuela Di Cretico

Emanuela Di Cretico si è diplomata in flauto dolce presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna, sotto la guida del M?G. Pacchioni. Con il gruppo Charivari Ensemble ha vinto il I° premio assoluto al IX Concorso Internazionale “Città di Stresa” nel 1985, e al II Concorso internazionale “Città di Tradate”, nel 1986. Si è esibita in numerosi concerti in varie città italiane, suonando per importanti enti, associazioni e festival (Unione Musicale di Torino, Teatro Comunale di Bologna, Festival Medioevale di Brisighella, Festival Cusiano al Lago d’Orta, con un concerto ripreso da RAI TRE). Ha effettuato tournèe all’estero, esibendosi in Egitto, Irlanda, Belgio, Slovenia, registrando per la Radio Egiziana e per la RTE (Radiotelevisione Irlandese). Nel 1993 ha conseguito il diploma presso il 3? Corso Musicale Europeo di Alto Perfezionamento in Prassi Esecutiva Antica. Nel 1994 ha frequentato il Corso di Perfezionamento in Musica Barocca presso l’Accademia Musicale Chigiana con il maestro Kees Boeke. Con il gruppo “Aulos Consort” ha inciso il CD Partitura del primo libro de canzoni francese a 4 alcune Suonate di Nicolò Corradini, per la casa discografica Tactus di Bologna  che é stato  trasmesso su RAI Radio Tre, ed il cd Gnich Gnach e altri balli strumentali italiani (da un manoscritto anonimo del XVII sec.) per la casa discografica Videoradio di Milano. Si dedica alla ricerca musicologica in particolare del Rinascimento e del Barocco strumentale. Nel 2002 si è laureata col massimo dei voti e la lode al DAMS (Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo) di Bologna con una Tesi di Laurea in Filologia Musicale (relatore Cesarino Ruini, correlatore Luigi Ferdinando Tagliavini): “Il Primo Libro delle Canzoni a quattro voci” di Tarquinio Merula (Venezia, 1615), pubblicata nel 2003 dalla Casa Editrice Ut Orpheus di Bologna. E' inoltre componente del settimino di ocarine “Ensemble ’900 ”che ripropone il repertorio storico dell’ocarina, con il quale nel 1994 ha inciso un cd per la casa discografica Robi Droli. Insegna flauto dolce e storia della musica presso la scuola di musica dell’Associazione Musicale Aulòs di Rimini, della quale è direttore artistico; è docente di ocarina e flauti popolari presso la  Scuola di musica popolare di Forlimpopoli.

make gifs



 

 

 

 

 

 

 

@email